• Cantina Todini

    todini grande

    La cantina

    La regione Umbria del centro Italia è molto nota in quanto ospita numerose piccole città che erano importanti centri artistici nel Medio Evo e nel Rinascimento e che hanno lasciato un patrimonio importante sottoforma di architettura e monumenti da osservare e ammirare per i moderni visitatori. L'Umbria è anche nota per la qualità del suo olio e vino, ma Todi, fino a poco tempo fa, non era uno dei luoghi più famosi: nella produzione del passato prevaleva la cooperativa locale, che in verità solo ora sta facendo un ottimo lavoro. È

    ...
  • Castello di Selvole

    Guido Busetto, proprietario assieme alla moglie Nobuko Hashimoto, del Castello di Selvole, negli anni ’90 era il corrispondente in Francia per “Il Sole-24 Ore”. Fu allora che la coppia decise di frequentare una serie di corsi all’Università di Bordeaux e si mise alla ricerca di una proprietà che rispondesse alle esigenze qualitative cui ambiva.

    Guido e Nobuko si innamorarono di Selvole, le cui vigne giacciono nella piccola valle dove nacque il Chianti Classico 300 anni fa, e del potenziale che vi videro.

    ...
  • Castello Vicchiomaggio

    I visitatori della pacifica campagna a sud di Firenze, la parte fiorentina della denominazione Chianti Classico, potrebbero trovare un po’ difficile immaginare che una volta queste colline ondeggianti, erano un luogo pericoloso. Il Medioevo e il Rinascimento erano periodi tutt’altro che pacifici, guerre e incursioni, battaglie e saccheggi erano spesso una parte integrante della scena locale, e le fortificazioni e difese erano un’assoluta necessità sia in città che in campagna. Castello di Vicchiomaggio, un imponente castello arroccato su un fianco di collina,

    ...
  • Cavalier Pepe

    La Tenuta

    La viticoltura in Campania nel sud Italia è un’arte antica e risale all’insediamento dei primi coloni greci approdati in Italia -lungo la costa, nell’epoca in cui i viaggi e i trasporti marittimi sono stati significativamente più veloci e più economici rispetto a quelli dei primi antichi sistemi stradali. Questo patrimonio può ancora essere scovato nei nomi delle uve e dei vini: l’uva bianca leader della regione è chiamata "Greco" e la principale varietà rossa, Aglianico, si ritiene che debba il suo nome alla variazione della parola

    ...
  • Ca’ Lustra

    I viaggiatori che da Bologna si dirigono verso Padova e Venezia attraversano per lunghi tratti la pianura, ma possono scorgere, avvicinandosi a Padova, colline che ad Ovest rompono la monotonia del paesaggio con dei perfetti coni vulcanici. I suoli dei Colli Euganei, formazioni di origine vulcanica molto particolari dal punto di vista geologico, non hanno nulla in comune con le aree circostanti del Veneto. Questa combinazione di lave e calcari ha portato nei secoli una fiorente viticultura che offre vini distintivi e di grande personalità. Fra i

    ...
  • Dievole

    La tenuta

    Dievole è fortunato ad essere in uno dei migliori “terroirs” della storica denominazione Chianti Classico, al confine tra il comune di Siena e di Firenze. La radice del nome Dievole è spiegata in un documento datato 1090 d.C.: nel latino medioevale, il nome significava “Il volere di Dio”o anche il modo di dire in italiano moderno “se dio vuole”. I primi a insediarsi in questa proprietà storica sentivano che era il volere di Dio che quella terra di valore dovesse diventare ospitale in modo da non essere mai abbandonata. Per questa ragione, è

    ...
  • Fontezoppa

    Negli ultimi 30-40 anni, le Marche sono diventate un importante centro per la moda delle calzature. E non soltanto per adulti: le scarpe per bambini sono anche quella un’importante attività, e le imprese che fondarono la tenuta Fontezoppa vicino a Civitanova Marche, insieme con Macerata, la più importante città della provincia di Macerata, sono tra i più prestigiosi nomi nel loro campo, lavorando con i maggiori brands che esportano le loro merci, scarpe incluse, in tutto il mondo. L'importanza delle

    ...
  • Josef Weger

    La regione del nord Italia Alto Adige è stata una zona importante per la produzione del vino da molti secoli; essendo l’area più calda dell’Impero Asburgico, era ideale per la coltivazione sia dell’uva che della frutta. Oggi, anche se una larga fetta della zona di produzione è adibita alle uve della varietà bianca, una parte sostanziale del raccolto annuale è costituito da uve rosse. La casa che porta il nome di Josef Weger è stata fondata sei generazioni fa nel lontano 1820; la tradizione familiare ha tramandato lo stesso nome agli eredi maschi che lo hanno

    ...
  • La Vis

    Cantina La-Vis e Valle di Cembra è da sempre tra i protagonisti dell’enologia di qualità in Trentino e uno dei marchi più importanti della cooperazione vitivinicola italiana. Fondata nel 1948, è situata nell’omonimo borgo nel cuore delle Colline Avisiane, dove il torrente Avisio scende dalle vette con l’impetuosità caratteristica della natura di questo splendido e ardito scenario naturale, ben rappresentata dal latino Vis, sinonimo di forza, in esso contenuto.

  • Leone de Castris

    L'azienda vinicola

    La storia vitivinicola della Puglia è stata principalmente legata, in passato, al vino sfuso. I produttori erano del tutto convinti che le cantine potessero essere rappresentate solo dal vino sfuso, una lezione impartita nella loro giovinezza da padri che avevano operato tutta la vita in questo modo.

    Fino alla fine del secolo scorso, la produzione nella regione spesso superava – con ampio margine - dieci milioni di ettolitri all'anno, solo una piccola parte dei quali sono stati imbottigliati nella loro area di provenienza. Tuttavia la

    ...
  • Lungarotti

    lungarotti vigne

    L'azienda vinicola

    Tutto ha inizio con il Rubesco, il vino bandiera della Cantina Lungarotti, dal latino ‘rubescere’, arrossire, nato 50 anni fa: una storia iniziata con la felice intuizione di Giorgio Lungarotti, agronomo e viticoltore “illuminato”. Un’azienda, divenuta simbolo dell’Umbria del vino nel mondo, le cui regole d’oro sono qualità, ricerca, innovazione, rispetto per l’ambiente e responsabilità sociale. Condotto da Chiara Lungarotti (amministratore unico) e dalla sorella Teresa Severini il gruppo umbro produce, in 250

    ...
  • Malvirà

    Il Tanaro è un fiume molto significativo. È il più grande affluente di destra del Po, in termini di lunghezza. È rilevante, in termini viticoli, invece, in quanto costituisce la linea di confine tra le due principali aree viticole intorno alla città di Alba. A destra, o oriente, della riva del fiume, la zona è chiamata le Langhe, dove il terreno calcareo offre un ambiente ideale per il grande Nebbiolo e per i vini di fama mondiale che ne godono. Il lato occidentale è conosciuto come Roero, dove i suoi terreni sabbiosi, anche se coltivati a vite, costituiscono

    ...
  • Mazzi - Antica Corte al Molino

    Negrar è, a detta di molti, una zona favorite per gli ottimi Valpolicella Classico, Amarone, e Recioto e, c’è altrettanto consenso sul fatto che la famiglia Mazzi, residente nella città da molte generazioni, sia tra i produttori guida dell’intera denominazione di Valpolicella. La storia di famiglia risale indietro nel tempo, fino alla bis-zia di Roberto Mazzi, Angelina Dell’Ora, una donna proveniente da una famiglia di mugnai, che decise che il vino avrebbe avuto un futuro più promettente dei cereali. Sicuramente vedeva lontano, considerando il periodo in cui

    ...
  • San Salvatore

    L'azienda vinicola

    Il Sud Italia è oggetto di un’analisi e di una critica, che cerca di identificare le cause dei problemi dell’area e le loro possibili soluzioni. Un fattore critico, secondo molti, è un insufficiente spirito imprenditoriale, qualcosa che necessita di essere ulteriormente incoraggiato, stimolato ed assistito. Non è necessaria una tale assistenza nel caso di Giuseppe Pagano, fondatore e spirito guida dell’azienda vinicola San Salvatore nella provincia di Salerno.

  • Scilio

    Si parla molto del Monte Etna in questi giorni, e non soltanto per le periodiche e spettacolari eruzioni che illuminano il cielo notturno. Ma si parla di Etna anche per i suoi vini eccellenti, famosi all’inzio del 20 esimo secolo ma molto meno conosciuti e riconosciuti nel periodo a seguito della Seconda Guerra Mondiale, fino al punto che l’eccezionale qualità dell’uva del Nerello Mascalese, la base del blend della denominazione, sembrava più una leggenda che una verificabile realtà. L’ultimo decennio ha dimostrato l’esatto contrario, per la gioia

    ...
  • Selvanova

    L'azienda vinicola

    Un tempo le considerazioni sui vini della Campania nel sud d'Italia erano ovvie da formulare. Le zone di produzione storica erano l'entroterra dietro Napoli, la provincia di Avellino, Benevento e le isole - Capri e Ischia - hanno fornito vini piacevoli ed affascinanti per bere prendendo il sole e visitando le bellezze naturali dei luoghi. La situazione, ora, non è più così nitida, vini eccellenti sono prodotti intorno a Napoli, in molte parti della provincia di Salerno (inclusa la zona vicino allo spettacolare tempio di

    ...
  • Tenuta Carretta

    L'azienda vinicola

    Alba, come la maggior parte del sud del Piemonte, era essenzialmente una zona rurale fino alla Seconda Guerra Mondiale. Ancora oggi l’agricoltura costituisce una fetta importante nell’economia locale, considerando ovviamente la fama internazionale che è stata conquistata da Barolo e Barbaresco, ma due importanti attività produttive sorsero ad Alba nel dopoguerra e hanno mantenuto la loro importanza da allora. Una è la Ferrero, il cui cioccolato fa la gioia di tutti i bambini in tutti i cinque continenti.

  • Tenuta Patrizia Lamborghini

    La Tenuta

    Il nome Lamborghini evoca le rapide e sexy auto sportive che Ferruccio Lamborghini cominciò a produrre con grande successo negli anni ‘60. Meno conosciuto è che Lamborghini, figlio di contadini ma genio della meccanica, ha iniziato la sua carriera come imprenditore con una linea di trattori. La terra era nel sangue di Lamborghini ed una proprietà agricola era uno degli acquisti che il successo come produttore gli permisero di fare. E quando, nel '72, stanco dello stress e del mal di testa del mondo industriale, cedette il controllo delle

    ...
  • Tenute Dettori

    Nonostante sia un’isola piuttosto grande situata nel Mar Mediterraneo, un territorio che per millenni è stato non solo un centro per la produzione di vino, ma anche un luogo dove il vino è stato parte integrante ed essenziale della vita quotidiana, la Sardegna non ha mai avuto una notevole produzione di questo nettare degli dei. L'isola conta meno di 20 mila ettari di vigneti, una frazione del totale della Sicilia. Seppur in questo contesto, la provincia di Sassari si distingue per la sua produzione. Da oltre un decennio e mezzo, la città di Sennori può

    ...
  • Trerè

    La Tenuta

    Trerè è stato, negli ultimi quindici anni, un consistente membro di questo gruppo d'elitè di produttori che hanno creato una nuova immagine e rispetto per i vini della Romagna. Situata a Faenza, dove si trovano diversi altri membri fondatori dell’elitè che si dedica alla loro uva e che produce i loro vini, una chiara indicazione che il suolo, il clima ed altri fattori di qualità sono tutti presenti nella terra, la casa fu fondata negli anni '60 da Valeriano Trerè. Nei suoi anni iniziali era una classico esempio di questo tipo di operazioni

    ...